FESTIVAL MUSICALE DELLE NAZIONI
Ingrid Carbone (pianoforte) Stampa

INGRID CARBONE

“La potenza del programma musicale si è esplicata in tutta la sua portata grazie ad una esecutrice di rara capacità: Ingrid Carbone. L’artista non ha solamente eseguito degli spartiti, ma è riuscita svuotarsi del suo ego per riempirsi della passione e del trasporto contenuti nelle pagine di Schubert e Liszt, per poi riversarlo su degli ascoltatori incantati.”  (Francesco Bianchi per Quinteparallele, 2017) 

   

Premiata al concorso mondiale IBLA Grand Prize nel 2015, nel 2016 e nel 2017, in tutte le occasioni viene segnalata dalla New York IBLA Foundation tra “gli artisti che meritano l’attenzione del pubblico internazionale in quanto espressione di grande talento e professionalità”, attribuendole uno “standard di eccellenza assoluta”. In aggiunta, nel 2016 la New York IBLA Foundation le conferisce la “Scarlatti Special Mention” e nel 2017 la “Piano Special Mention”. Nel 2015 vince anche il Primo Premio al Concorso Musicale Internazionale “Erik Satie” di Lecce e il Secondo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Città di Rocchetta”. 

   Ingrid Carbone ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti. Nel 2017 la FIDAPA BPW Italy (Sezione di Rende) le assegna il Premio biennale “Donna del Sud” per meriti artistici, la giornalista Donata Marrazzo del Sole24Ore le ha dedicato un “ritratto” pubblicato su CalabriaCult dal titolo “Schubert, Liszt e la Matematica: ritratto di una concertista aristotelica”, e la sua storia artistica e sue interpretazioni di Liszt appaiono nel film-documentario “Genialità italiana sotto le stelle”, presentato alla Biennale del Cinema di Venezia, e nei titoli di coda. In aggiunta, il trimestrale CALABRIAnelMONDO le ha dedicato nel terzo numero del 2017 un servizio di quattro pagine dal titolo “Ingrid Carbone: una pianista calabrese, un’artista di rara capacità”. Nel 2018 l’Associazione Rotary International “La Città del Sole” le ha conferito l’omonimo Premio per la Sezione Arte - XXI edizione.

   Si è esibita in Italia e all’estero (Austria, Germania, Israele, Slovenia, Spagna, Ungheria) come solista, in formazioni da camera e con orchestra. Il suo repertorio spazia dal barocco al 1900. Dal 2007 al 2015 ha suonato in duo con il violinista Eugenio Prete. Ha fatto parte di giurie di concorsi pianistici internazionali.

   Ingrid Carbone inizia la sua formazione al Conservatorio “Giacomantonio” di Cosenza, sua città natale, dove si è diplomata in Pianoforte a pieni voti all’età di 19 anni sotto la guida di Francesco Monopoli, affiancando anche lo studio della Composizione. Si è perfezionata in Italia con Sergio Cafaro, con Lazar Berman, con Hector Pell e, recentemente, con Cristiano Burato. All’estero, ha studiato con Aquiles Delle Vigne a Brussels e al Mozarteum di Salisburgo, e anche in Israele come unica partecipante italiana alla XXV edizione di Tel-Hai International Master Classes, dove si è anche perfezionata con Andrzej Pikul. 

   Personalità eclettica, tra le sue passioni la matematica, che l’ha portata a laurearsi a soli 21 anni con il massimo dei voti e la lode all’Università della Calabria. A 27 anni ha vinto il concorso da ricercatore all’Università di Bari. Attualmente insegna all’Università della Calabria.


www.ingridcarbone.com


www.youtube.com/channel/UCrrSRyk7v8IuI02JKj2kPwg


 
< Prec.   Pros. >