FESTIVAL MUSICALE DELLE NAZIONI
Uu blog di tutte le sezioni senza immagini
Olivier De Spiegeleir (pianoforte) Stampa

Olivier De Spigeleir

Trained both at the Conservatory of Brussels and at the University of Louvain, Olivier De Spiegeleir is now famous for his intense career as a recitalist: travelling trough Europe, he makes his musical presence known trough his concern for communicating quality feelings: Belgium, Canada, Denmark, France, Germany, Great Britain, Hungary, Italy, Luxemburg, the Netherlands, Romania, Russia, Switzerland, USA, Chile... First Prize « Dexia Classics », he took part to several missions for the ‘Communauté Française de Belgique’, and to some important Festivals : Festival van Vlaanderen, Festival de Wallonie, Beethoven-Festival with the ’Orchestre Philharmonique de Liège’, Festival de l’Eté Mosan, Festival de Lasne, Festival de Fernelmont, Festival de Durbuy, Festival du Marais Chrétien (Paris), Ravello (Italy), Tirgu-Mures en Roumanie, Festival del Tempietto (Rome), Pro Piano (New York)… Olivier De Spiegeleir has given more than 350 solo recitals, numerous concerts with orchestras, and also made several public and studio recordings on the radio and the television. Olivier De Spiegeleir often brilliantly comments on the pieces he « revives ». His repertoire ranges from Bach to Lutoslawski. His communicating skills make him extremely captivating. His has recorded 7 CD (Beethoven, Liszt, Grieg, Debussy, Leduc …). A degree of forest engineer supplements this exceptional career. Olivier De Spiegeleir plays Beethoven’s complete set of 32 Sonatas, the complete set of Bagatelles and the 33 Diabelli Variations.
www.despiegeleir.net
“An outstanding musician (Folkestone) “
“His performance his quite lyrical and affecting; his ’Pour Elise’ is one of the best you will hear (Fanfare-USA: Beethoven: bagatelles)

 
Yumi Palleschi ( pianoforte ) Stampa

Yumi Palleschi nata a Terni nel 1991, ha cominciato a studiare pianoforte all'età di quattro anni e ad 8 anni esegue il suo primo recital. Ha partecipato a vari concorsi, nazionali ed internazionali, classificandosi sempre ai primi posti, tra quali il primo premio assoluto, il premio Carisch per la migliore esecuzione di un brano di Sergio Calligaris e il premio Curci per la miglior esecuzione di un brano di Remo Vinciguerra al Concorso Pianistico nazionale “Città di Cesenatico”; il primo premio, il “premio speciale Rugginenti” per la migliore esecuzione di un brano di Bach al Concorso Pianistico Nazionale “Muzio Clementi” di Lastra a Signa (Firenze), il primo premio al Concorso “Mascia Masin” di San Gemini, il primo premio al XIV Concorso Pianistico “Piccole mani” di Perugia, inoltre nel maggio 2002 è risultata vincitrice assoluta del XVII° Concorso internazionale “J. S. Bach” di Sestri Levante. Nel contempo risulta primo premio al IV Concorso nazionale “Euterpe” di Corato e primo premio assoluto al IX Concorso internazionale Vocale e Strumentale ANEMOS di Roma, il primo premio al V Concorso nazionale “Pietro Argento” di Gioia del Colle, ancora il primo premio al 4° Concorso Pianistico Nazionale "HARMONIAE" di Roma, il primo premio assoluto al III Concorso Nazionale di Esecuzione Musical "HYPERION" di Roma, il primo premio assoluto al 8° Concorso Nazionale di Musica "Premio Città di Brindisi" 2003, il primo premio assoluto al 10° Concorso Nazionale Pianistico "Città di Casamassima", il primo premio assoluto e Premio Critico " La Gazzetta del mezzogiorno" della Puglia al XI Festival Musicale Nazionale "Città del Barocco" di Lecce, il primo premio assoluto al Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale "Città di Magliano Sabina". Nel aprile 2005 ha vinto il primo premio al concorso nazionale "Riviera Etrusca" di Piombino e nel ottobre il primo premio assoluto al concorso "Città di San Gemini". Nel 2006 ha vinto il primo premio assoluto al 3° concorso internazionale "Città di Pesaro",il primo premio al concorso "HARMONIAE" di Rome e il primo premio assoluto al concorso "Città di Cesenatico. Nel 1999 è stata invitata a suonare al concerto di apertura di “Piediluco in Musica” e nel dicembre 2002 ha tenuto un recital per l'Associazione “Lyceum”di Catania. Nel gennaio 2004 ha debuttato con l'orchestra della Fondazione I.C.O "T. Schipa" di Lecce eseguendo il concerto per pianoforte e orchestra k 413 in fa maggiore di W. A. Mozart. Nel marzo 2004 ha tenuto un recital a Roma nella chiesa di S. Agnese in Agone presso sacrestia del Borromini in piazza Navona, per l'Associazione "A. Mozart" ed è stata invitata a suonare per la premiazione del "Premio S. Valentino". Nel aprile 2005 ha tenuto un recital al Palazzo Gazzoli di Terni per l'Associazione "Archè" e nel marzo 2006 ha tenuto un recital all'Auditorium del Palazzo della Provvidenza di Torino nell'ambito della Stagione "Concerto del lunedì" di Torino. Ha rilasciato un'intervista esclusiva a Rai 3. Dal 2001 è allieva della prof.ssa Maria Teresa Carunchio.

 
Polly Ferman (pianoforte) Stampa
In preparazione
 
Andrea Kauten (pianoforte) Stampa

"I truly wish everyone could find something in their life that would fill them with the same passion and intensity that I feel when I touch a piano." This aspect of success, according to Andrea Kauten, is often underestimated with younger artists whose careers sometimes seem to develop so effortlessly. In her personal definition of success: “It has to be intensly personal, there has to be a burning drive which makes all obstacles and sacrifices seem insignificant. There has to be a sense of humanity.” The pianist brings these qualities to bear by preference in the major piano repertoire of the 19th century, adroitly showing connections between the oeuvre of Franz Liszt and works of Schumann or Rachmaninov. The Hungarian-Swiss pianist Andrea Kauten began her training at the age of seven as a pupil of the Basel pianist Albert Engel. At the age 13 she was finalist in the Jecklin Competition in Zürich. One year later she took first prize at the Swiss Young Musicians Com- petition. She went on to study at the Music Academy of Basel. A grant from the Migros Genossenschaftsbund Switzerland enabled her to continue her studies at the Franz Liszt Music Academy in Budapest , where a significant number of world famous artists received their training: András Schiff, Jenö Jandó and Dezsö Ránki among them. This influence can be heard in her wonderfull round tone and her precise, highly Romantic manner of playing, which is rapturous yet controlled. It's the marriage of a rare sensitivity with perfect technical mastery that enables Andrea Kauten to coax such “undreamt-of-sounds” from her concert grand. Andrea Kauten places great importance in her interpretations on fidelity to the details of the score, without ever losing sight of the musical structure of the piece as a whole. Andrea Kauten's carrer as a concert pianist began with the performances as a soloist in a series of piano concertos. She performed Bartók's Third Piano Concerto with the Basel Radio Symphony Orchestra, Beethoven's Triple concerto with Hungary 's Savaria Symphony Orchestra and also Johann Sebastian Bach's Piano Concerto in D minor with the Prague chamber Soloists. Further piano concertos followed in the career of Andrea Kauten: Frederick Chopin, Wolfgang Amadeus Mozart and Robert Schumannn. For the Hungarian National Broadcasting Corporation she recorded the complete works of Carl Goldmark. Her first CD appeared in 1993 and featured works by Franz Liszt, Carl Goldmark and Sergei Rachmaninov. Since then she has toured extensively with concert appearances in the USA , Canada , Denmark and Germany . Just published is a CD by Sony Classical from Andrea Kauten with works of Robert Schumann.

 
<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Pross. > Fine >>

Risultati 233 - 240 di 283